Counseling Alimentare

Print Friendly, PDF & Email

 

Il counseling alimentare ha lo scopo di offrire un intervento mirato un percorso di consapevolezza che va ad agire sulle false credenze, con la possibilità di acquisire la capacità di gestire il cambiamento  e l’integrazione di nuove modalità nutrizionali nella vita quotidiana.

Che rapporto abbiamo con il cibo?

Il corpo è un vero amico, ci accompagna nel percorso di vita, un compagno fedele che spesso trascuriamo, i cui segnali e bisogni primari rimangono inascoltati e insoddisfatti.

Il corpo in questo caso diviene un contenitore di tutto ciò che spaventa e si trova ad accogliere tristezze, ansie, delusioni, conflitti, aspirazioni, ideali, rabbia, noia, depressione, senso di colpa, vergogna, ecc.

Le emozioni, in particolare, rivestono un ruolo importante. Il cibo è il canale più facile per trovare una rispostaalle sensazioni che emergono, un modo per tacitare sentimenti e stati d’animo negativi.

Il cibo, quindi, diventa carico di connotazioni psicologiche poiché, spesso, l’alimentazione è legata a determinate situazioni emotive e il modo di mangiare spiega cosa la persona vive.

Apprendere una dieta equilibrata e definita non basta per superare la difficoltà, che ha le sue radici nel vissuto psico-corporeo, nella storia personale e negli aspetti emotivi e di personalità. La persona che cerca di modificare la condotta seguendo un regime alimentare controllato, arriva spesso ad un fallimento senza un sostegno adeguato, tornando a reiterare i meccanismi “antichi”.

Siamo quello che mangiamo


Stampa   Email

Related Articles