Programma e Regolamento

Il percorso triennale prevede 755 ore complessive così articolate:

  • 480 ore didattico-esperienziali, di cui 390 ore di insegnamenti fondamentali e 90 ore di approfondimento a scelta tra i laboratori e i seminari proposti dall’Associazione;
  • 50 ore di percorso personale individuale con uno psicologo-psicoterapeuta iscritto nel proprio albo di competenza oppure con un supervisor counselor iscritto al Registro Italiano dei Counselor S.I.Co. o titolo equipollente di altra Associazione di categoria;
  • 150 ore di tirocinio con affiancamento di un counselor professionista;
  • 75 ore di training didattico di gruppo rivolto non solo ai counselor in formazione ma anche ai counselor professionisti interni ed esterni.

Il monte ore previsto potrà essere ridotto da una commissione di valutazione interna a fronte di: attività certificate di aiuto all’auto-aiuto svolte presso Istituti pubblici e privati; partecipazione a seminari, corsi professionali riconosciuti dall’Associazione tramite E.C.P. (educazione continua professionale); percorsi certificati di analisi individuale con psicologi e/o psicoterapeuti regolarmente iscritti all’albo.

Il corso, a carattere modulare, stabilisce un limite massimo di assenze per il training didattico pari al 20% delle ore previste (75 ore nei tre anni). Sono ammessi 30 minuti di ritardo dall’inizio di ciascuna lezione, superati i quali sarà possibile entrare solo dopo la pausa. Ciascun anno inizia nel mese di settembre e termina nel mese di giugno. L’inserimento di nuovi frequentanti practitioner può avvenire anche a corso avviato a condizione del completamento del percorso complessivo.

Al termine del primo e del secondo anno viene effettuato un esame di valutazione delle potenzialità umane, relazionali, sociali e culturali ai fini del prosieguo dell’iter di formazione dei practitioner. L’esito positivo della valutazione è indispensabile per l’ammissione all’anno successivo. In caso di significative carenze in uno o più punti sopracitati, l’allievo sarà invitato, in base a quanto emerso, a ripetere o interrompere il percorso di formazione.

Nel corso dell’anno (febbraio e giugno) verranno inoltre effettuate nell’ambito del training didattico delle verifiche intermedie, volte a:

  • accertare il livello di comprensione e interiorizzazione da parte dello studente dei contenuti esposti in aula;
  • permettere a studenti e docenti di approntare programmi di recupero laddove emergessero importanti lacune.

Al termine del terzo anno di corso gli allievi sono invitati a presentare una tesi finale su argomenti inerenti al counseling che sceglieranno in base alle indicazioni fornite dalla Direzione.

La consegna della tesi, così come lo svolgimento degli esami di passaggio, sono conditio sine qua non per accedere all’esame disciplinare finale con commissione esterna S.I.Co. Pertanto, salvo gravi motivi di salute o familiari, non sono ammesse assenze all’esame di passaggio dal primo al secondo anno e dal secondo al terzo.

INSEGNAMENTI FONDAMENTALI OBBLIGATORI ORE DA 50’
DA ME A NOI, E VICEVERSA 30
IL SENSO DELL’ESISTENZA 8
GENERAZIONI IN CAMMINO 30
VIVERE LE RELAZIONI, ESSERE IN RELAZIONE 30
I CONFINI TRA DISAGIO ESISTENZIALE E DISTURBO 6
VIAGGIO VERSO LA PROPRIA AUTO-REALIZZAZIONE 20
IL DESTINO NEI NOSTRI AVI 10
L’ARTE DEL COMUNICARE 30
IL VALORE DEL GRUPPO 30
LA SCUOLA E L’UNIVERSO GIOVANILE 10
ESSERE, PERCEPIRSI, SENTIRSI 18
IL CORPO, LA VITA E LE NOSTRE CREDENZE 30
CREATTIVITÀ 30
ESPRESSIVITÀ TEATRALE 30
LA MALATTIA COME VIA DI CONOSCENZA 10
DETTO, FATTO! TRASFORMA I SOGNI IN REALTÀ 10
MUSICA, DANZA E NUOVA SOCIETÀ 30
DIRITTI E DOVERI DEL COUNSELOR 10

PERCORSO PERSONALE

Nel corso del triennio ciascun practitioner dovrà aver effettuato un percorso individuale per almeno cinquanta ore complessive teso “alla conoscenza della propria storia di vita, con i passaggi essenziali nella personale maturazione esistenziale, sviluppo delle competenze relazionali mediante la valutazione della tenuta allo stress derivante dalle tensioni altrui, alla capacità di superamento delle simpatie e antipatie e dei blocchi di dipendenza affettiva, capacità di orientamento nel mondo sociale e del lavoro, capacità di elaborare un progetto autonomo di vita professionale e relazionale”.

Il percorso personale prevede due/tre incontri introduttivi necessari a stabilire gli obiettivi, le corresponsabilità e quanto tempo dedicare. A conclusione dei suddetti incontri, è possibile proseguire con un altro professionista accettando l’avallo che i colleghi condividano le informazioni utili al passaggio di consegne ciò al fine di favorire una coerenza e una continuità nel percorso personale. Qualora non vengano rispettati gli accordi stabiliti tra le parti, le ore di percorso personale non verranno certificate.

 

REQUISITI

Indirizzato a laureati e laureandi. La Direzione del corso, previa valutazione dei curricula, può ammettere candidati che presentino le seguenti certificazioni: titoli di studio rilasciati all’estero, diplomi di specializzazione su discipline equipollenti o affini.

Per l’ammissione alla scuola sarà inoltre effettuato un colloquio di valutazione iniziale nel quale si andrà a richiedere una breve presentazione, eventuale formazione pregressa nonché le motivazioni personali e professionali relative alla frequenza della scuola.

CALENDARIO

Le lezioni si svolgono un week-end al mese per un totale di tredici ore mensili secondo la seguente organizzazione:

Sabato dalle 15.00 alle 19.30

15.00 – 15.50; 15.50 – 16.40; PAUSA; 17.00 – 17.50; 17.50 – 18.40; 18.40 – 19.30

Domenica dalle 10.00 alle 18.40

10.00 – 10.50; 10.50 – 11.40; PAUSA; 12.00 – 12.50; 12.50 – 13.40; PAUSA PRANZO; 15.00 –15.50; 15.50 – 16.40; PAUSA; 17.00 – 17.50; 1750 – 18.40

Il training didattico si svolge il sabato mattina (lo stesso in cui si tengono le lezioni) dalle 11.30 alle 13.40.

DOCENTI

Dott.ssa Virginia Vandini, sociologa, supervisor-trainer counselor, specializzata in psicogenealogia e costellazioni familiari.

Dott.ssa Antonella Aloi, laureata in scienze della comunicazione e psicologia, supervisor counselor, specializzata in gestalt art counseling.

Prof. DOMENICO BELLANTONI, psicologo, psicoterapeuta, counselor, docente di psicologia della religione presso la Sapienza – Università di Roma e l’Università Pontificia Salesiana.

Dott. GIANFRANCO PROIETTI, medico, psichiatra, psicoterapeuta.

Dott. DOMENICO SERRANÒ, medico, psichiatra, psicoterapeuta.

Dott.ssa MARIA LAVINIA BIASI, fisioterapista, riflessologa, osteopata, consulente in floriterapia e biopsicogenealogia.

Dott.ssa CHIARA CESARO, insegnante di lettere, counselor professionista, specializzata in counseling scolastico.

Dott.ssa GIULIANA CONFORTO, astrofisica.

Dott.ssa ANNA MARIA MORSUCCI, giornalista professionista, scrittrice, coach aziendale certificata ICF.

Avv. ALESSIO PAOLUCCI, avvocato del foro di Roma, specialista in professioni legali dal 2003, esperto in diritto di famiglia e nell’ambito della responsabilità professionale, docente per il Ministero della Giustizia.

Dott.ssa GIGLIOLA SPECIALE, counselor professionista, specializzata in counseling sanitario.

PER SCARICARE PROGRAMMA E REGOLAMENTO CLICCA QUI


Stampa   Email